Al fine di dare una esperienza di navigazione più snella, il sito usa cookies anche di terze parti. Continuando la navigazione sul sito accetti l'uso dei cookies.

Forum
Benvenuto, Ospite

ARGOMENTO: Diritto di abitazione nelle successioni

Diritto di abitazione nelle successioni 05/02/2012 18:23 #9

  • Anto87
  • Avatar di Anto87
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 19
  • Karma: 0
In una successione un pò particolare, il decuius lascia una abitazione in quota alla moglie e ad altre persone.
La casa è la residenza da sposati. Le altre persone vogliono affittare l'abitazione e quindi "sfrattare" la moglie del decuius... o chiedere l'affitto alla stessa.
E' lecito? o no?
Come potersi difendere? in base a quale legge?
Grazie mille
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Diritto di abitazione nelle successioni 05/02/2012 18:25 #10

  • Spread
  • Avatar di Spread
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 32
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
La soluzione è nell'articolo 540 del Codice Civile.

Art. 540 Riserva a favore del coniuge
A favore del coniuge (459) è riservata la metà del patrimonio dell'altro coniuge, salve le disposizioni dell'Art. 542 per il caso di concorso con i figli.
Al coniuge, anche quando concorra con altri chiamati, sono riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare (144), e di uso sui mobili che la corredano, se di proprietà del defunto o comuni.
Tali diritti gravano sulla porzione disponibile e, qualora questa non sia sufficiente, per il rimanente sulla quota di riserva del coniuge ed eventualmente sulla quota riservata ai figli.

Il diritto di Abitazione già dà facoltà di usare l'immobile per tutta la vita, basta un avvocato che scriva una bella lettera e penso che già si risolva tutto.
saluti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Moderatori: ConsulenteCasa
Tempo creazione pagina: 0.492 secondi
Sponsor

Siti Amici