Al fine di dare una esperienza di navigazione più snella, il sito usa cookies anche di terze parti. Continuando la navigazione sul sito accetti l'uso dei cookies.

Risparmio Energetico

 

Intro Il lavoro dietro una certificazione.

Iniziamo con il capire il lavoro che sta dietro a quel numeretto "Indice di Prestazione Energetica" che determina la classe energetica dell'edificio.

Istruttoria:

Prima azione fondamentale è quella dell'istruttoria della pratica, dove il tecnico acquisisce tutta la documentazione necessaria alla redazione del documento, ad esempio, visura catastale, planimetria catastale o progetto approvato, i dati del costruttore, progettista, direttore lavori, impiantista, i dati della ditta proprietaria, libretti degli impianti, ecc.. fondamentali per avere un quadro chiaro della storia dell'immobile.

Sopralluogo:

Seconda azione importante e fondamentale è il sopralluogo da parte del professionista nell'immobile che dovrà certificare. In fase di sopralluogo deve accertare a livello visivo o strumentale, il tipo di muratura, il tipo di infissi, la tipologia di vetri, il tipo di caldaia e le caratteristiche dell'impianto se esistente, eventuali ponti termici, se esistono gli impianti solari o fotovoltaici ed i relativi rendimenti, la tipologia di solai, se vi sono ambienti da escludere dalla certificazione (sottotetti, cantine, ecc..) e il relativo orientamento, ombreggiamenti di altri fabbricati limitrofi, se vi sono cassonetti per serrande e la tipologia, se esiste una coibentazione e la tipologia in modo da poter calcolare meglio la trasmittanza delle pareti ed inoltre la misurazione di tutti i componenti.

Calcoli e Conteggi:

 Terza azione è quella di andare a sviluppare tutte le misure prese, disegnare un modello di involucro ed andare a calcolare le strutture opache verso l'esterno, le strutture opache verso l'interno, le strutture opache verso ambienti non riscaldati e di conseguenza andare a valutare la tipologia di ambiente non riscaldato, le strutture trasparenti, i solai, i pavimenti e se a P.T. anche una valutazione sommaria del terreno, i rendimenti di caldaia, sistema e tipologia di distribuzione, i ponti termici (pilastri, sbalzi, ecc..), inoltre il calcolo della superficie e volumetria lorda e netta dell'abitazione, e tanto altro..

Inserimento dati nel software:

Dopo aver acquisito tutti i dati è arrivato il momento di inserire tutti questi dati all'interno del software che ci faciliterà i calcoli necessari a definire i parametri di prestazione energetica. Inoltre cosa fondamentale è quella di predisporre delle proposte di miglioramento energetico, il quale implica di andare ad effettuare tutti i calcoli sopra menzionati, modificando di volta in volta i parametri che riteniamo migliorabili (ad esempio possiamo rifare il calcolo prevedendo una caldaia a condensazione o dei pannelli solari, ecc..) ed effettuare una stima del tempo di ritorno della spesa da sostenere.

Fase finale:

Adesso siamo pronti per la redazione del nostro Attestato di Prestazione Energetica che dobbiamo stampare e firmare.

Altra considerazione finale:

Tutte le fasi precedentemente illustrate presumono una esperienza ed una formazione del certificatore che per essere professionale, dovrà svolgere corsi di aggiornamento ed ore ed ore in autoformazione.

 

Domanda Quindi, alla luce di quanto detto, Quanto costa un APE?

La domanda principale che viene richiesta è quella di quanto ci costa redigere un Attestato di Prestazione Energetica.

Ad oggi non esiste un tariffario unico di riferimento, ma molti Ordini e Albi hanno dettato delle linee quida in modo da orientare i professionisti.

Di sicuro, un prezzo inferiore alle 200,00 € è di per sé troppo basso per tutto il lavoro da effettuare.

A livello nazionale i prezzi oscillano dalle 200,00€ alle 350,00€, ovviamente per unità immobiliari residenziali di dimensioni non eccessive (fino a 200mq. circa), il discorso cambia se ci troviamo a certificare interi palazzi o strutture alberghiere, grandi negozi, ecc..

Purtroppo si trovano in giro "tecnici" che le propongono anche a 80,00€, ma io diffiderei nell'affidare un incarico così importante ad un certificatore che magari non effettua sopralluogo e che di sicuro non perderà troppo tempo nell' attenzionare l'immobile.

Siti Amici

Sponsor

Sponsor